lunedì 26 gennaio 2015

KitchenAid o Kenwood Chef?




Ok, com'è che che si chiamano le impastatrici?
KiccenEid?
Kenvud Sceff?
Si sbagliano!
TUTTI!
Si dovrebbero chiamare Kitchen Rat o Ratwood Chef!

Odioso Ratto, che s'impasta la  mia mamma!

martedì 20 gennaio 2015

E' una trappola!

Ok, ora però zitta!

Ma io volevo solo...

Sssshhh... fai silenzio... sei matta?

Ma io...

Ok, senti, è meglio che tu tenga quel muso chiuso se non vuoi fare una brutta fine.

...

...

...

Non parli più, eh? Bravo soldato!

Io non sono un soldato! Ssssssono un gattino, il più carino... il più dolciott...

Eh, falla finita con 'sta filastrocca!

Ehi, sei tu che stai parlando!

Certo! Questo è un momento delicatissimo e stai per rovinare tutto!

Rovinare cosa? Volevo solo dirti...

...non mi interessa cosa vuoi dirmi, devi solo fare silenzio, ché è pericoloso parlare ORA!

Ok, ma prima o poi dovrai uscire da qua dentro!


Ma sei matta? Io non esco finché il pericolo non è passato!

Che pericolo?

Allora sei fuori come una lettiera sul balcone!

Mah... io vado di là, senti il profumino? Oggi c'è prosciuttino cotto! Yeeeeh!

Attenta! E' una trappola!

Ma 'na trappola di che? E' mammina che chiama e se noi non rispondiamo usa le "armi saporite"! Yeeeh!

Stupido Ratto!

Vabbè, io vado... volevosolodirtichec'erailprosciuttino!

Io qui resto, LEI non mi avrà... dovrà passare sul mio corpo!

Ma di che hai paura?

Miumiulinaaaaaa... vieni amoreeeee... facciamo un po' di PETTININO-PETTINUCCIO!!!

mercoledì 14 gennaio 2015

Mela grande?

Dici che potremmo fare anche noi come mammina e papino?

Fare cosa?

Entrare in qualcosa di buono e mangiarlo da dentro!

Oh, Ratto... pietà di me... è mattina e già sai che al mattino i gatti connettono poco... e io sono un gatto! Torna più tardi, ok? Giusto il tempo di farmi due ore di sonno... va', va', sciò!

Non capisco perché questa cosa non ti alletta! E' pappa... PAPPA... insomma dovresti scattare immediatamente! 

Eh, perché tu sei una gatta ciccia e ingorda... io invece tendo al magrino... insomma famme dormì!

Senti, voglio entrare anche io nella pappa!

Ok, chiariamoci... io adoro le tue performance. Sì mi fai ridere quando mi parli di pannocchie di culite e ancor di più durante le fantastiche interpretazioni da Oscar che hai il coraggio di inscenare con papino e mammina. Ma questa non se pò sentì. Non si mangia la pappa da dentro!

Sì, ti dico! Loro l'hanno mangiata da dentro! Perché io non posso?

Eh, perché tu sei un ratto!

Non è vero.. sono un gattino, il più bellino...

...sì, sì... il più dolciotto e bla bla bla!

Vabbè era per dire... comunque, io voglio mangiare la pappa che hanno mangiato loro. Voglio la mela grande!

La mela grande?

Sì, quella piena di carne grigliata e spicy hot cider!

CHEEEEE?

L'ha detto mammina, io che ne so! Sarà 'na mela speciale!

Ok, facciamo così... io... ehm... aspetto qui, magari se capita DORMO... tu... ... ...fai un po' quel che ti pare lontano da qui!

Ok, tu metti a posto le foto in nave, i panorami, i Caraibi, Miami ecc... e io...
















...la Grande Mela! YEAH!












 

venerdì 9 gennaio 2015

Fotogrammi di Cafè Littéraire

Io sento puzza di qualcosa di dolciastro!

Io sento invece un profumino speziato!

Tu sei sicura di essere un gatto o come i ratti davvero ti lanci su qualsiasi cosa sia commestibile?

Io sono un gattino, il più bellino, il più dolciotto e paperotto di sempre!

Bleah!

Lo sai, lo sai che oggi arriva An?

Chi?

An, An, Aaaaaaaaan! Ma come? Tu sei la sua gattomonima! An Lullaby!

Io... pf... semmai è LEI che ha rubato a me il nomignolo che mammina mi dà quando mi chiama con l'amore-del-cuore-rotondo-a-forma-d'amore! Tzè!

Lullaby, Lullaby!

No, mammina mi chiama "Lulli B" che sta per Lulli Bella, cioè io sono bella!

Lullaby, Lullaby! Yeh, yeh!

Ok, ok, le darò una sniffatina dell'amore e qualche leccatina, ma solo se mi porta pappa buona!

Lullaby, Lullaby! 

Fuffole suvvia, andate di là che la mamma ha da fare... arriva An!

Guarda, guarda eccola!

OOHHOOoOOhOhoooHHHHH CHE BELLA!
OOHHOOoOOhOhoooHHHHH CHE BELLA!

Il Cafè Littéraire che apre l'anno è quello delle conferme! Sì, perché chi è soddisfatto torna ancora a trovarmi e si accomoda su morbidosi pouf colorati! Con pazienza ascolta (legge) l'introduzione, poi con altra pazienza ascolta (legge) il frammento letterario che gli voglio propinare e finalmente alla fine può di diritto fiondarsi sul buffet allestito per l'occasione!
C'è da dire che il mio ruolo è assai semplice! Io non faccio altro che scegliere il pezzo che più mi piace o mi ispira e semplicemente proporlo. Stop. Il mio lavoro finisce qui! Non c'è zucchero ovunque, non ci sono capelli impiastricciati di miele, né tantomeno impronte (gatte) sulla spianatoia piena piena di farina! Non devo pulire, non devo lavare piatti, non devo scollare il caramello dal soffitto (?!?) e nemmeno provare a grattar via quella strana sostanza verdo-giallastra dal piano di cottura! Ecco! Il mio lavoro è facile. Scegli-scrivi-pubblica. Poco impegno, immensa resa!
Sì!
Ehm... sì!
Diciamo che però non posso nemmeno godere dei frutti di una fatica non fatta!
In questi casi - come si suol dire - cade a fagiuolo l'ospite! Quello bravo, quello grazie al quale fai sempre bella figura perché in fondo ha un valore aggiunto: oltre che scegliere un pezzo, un film, una poesia, un estratto mitico lui che fa? Ti prepara anche un piatto incommensurabilmente buono! E te lo offre, per giunta! A te che non hai fatto praticamente niente... che cercavi ancora di raschiare quel poco di minestrone dal fondo della pentola (ché si era un po' bruciacchiato), dato che nel frigo non c'è più niente e la dispensa ti ha mandato a quel paese nel 2014!
Ecco, dicevo... arriva l'ospite! LA ospite! Perché lei è una lei! E' la lei che non solo ti porta la pappa buona (Miu corri, che la An ha portato pappa buona!!!), ma che la condisce di ironica allegria, di simpatia pura in granellini dolci e divertente golosità! La An Lullaby di tutti noi, la più bella di sempre, la più irriverente negli scritti e soddisfacente nelle battute! Quella che quando la leggi, ci pensi anche la notte a quanto t'ha fatto ridere e tra te e te ti domandi come facevi prima! Quella che i Fotogrammi di Zucchero li ha inventati lei ed è stata talmente brava che ora riesci a vedere in quei cristalli dolci anche la luce più colorata! Quella che è la gattomonima della mia Miu e che quando la chiamo "Lulli B" penso sempre un po' a lei! Beh, che fate ancora qui impalati! Correte da lei, no? Ché sicuramente ha qualcosa di goloso da offrire! Io qui ho solo peli di gatto!!! Ehehehe, io mica resto indietro... vi seguo a ruota!

Ma allora è proprio scema!

Chi è scemo?

Mammina!

Perché mammina è scema?

Eh, perché racconta tutta la storiella "scelgo il pezzo", "posto il frammento", "pubblico un estratto", "devo fare solo questo" e poi che fa? Punta dritta alla pappa buona che ha portato la An (menomale che c'è la An!)! E il posticino letterario? Il pezzo di cultura? Che cavolo sò venuti a fare tutti 'sti umani se nemmeno c'hanno qualcosa da leggere?

Beh, ormai se n'è andata! Vorrà dire che questa volta faremo solo PAPPAAAAA! YEAH!

Stupido Ratt... ratto? RATTO! Mi occuperò io dell'estratto letterario! Quello giusto... che stia bene con la An Lullaby!


giovedì 1 gennaio 2015

Chi ben comincia il 2015...

...che se ne sò andati n'altra volta?

Non ne sono sicura...

Da quant'è che non li vedi?

Oggi che giorno è?

Oggi sò due giorni che se ne sono andati... n'altra volta!

Eh, si vede che sò recidivi !

O stupidi!

O recidivi!

O tutt'e due! 

Che facciamo?

Niente! Torneranno. Stavolta però usiamo le unghie!

Buon anno sorellona, menomale che ci sei!

Buon anno Ratto!

domenica 28 dicembre 2014

Io... faccio ricorso!

PREMESSO CHE 

- per ben 26 giorni le presenti Miu e Mia (che per comodità successivamente verranno chiamate povere vittime) sono state lasciate da sole in casa;
- le povere vittime hanno potuto comunicare con l'esterno solamente attraverso i vetri appannati nonché sporchi delle finestre e portafinestre sigillate;
- solamente una persona ha fatto visita alle povere vittime per circa 60 minuti giornalieri suddivisi quanto segue:
  • minuti 30 al mattino a partire dalle ore 8.30
  • minuti 30 al tardo pomeriggio a partire dalle ore 17.30
- l'unico essere umano deputato alla cura delle povere vittime ha fatto fatica a farsi amare, non per colpa dell'umano stesso, ma perché sostituto delle figure genitoriali difficilmente sostituibili;
- nonostante le ore di accensione programmata per riscaldare la casa in cui hanno vissuto da sole, le povere vittime hanno sentito il gelo nel cuore dovuto al senso costante d'abbandono genitoriale;
- nonostante la programmazione giornaliera del dispenser-dispensa-crocche unitamente alla umana-dispensa-crocche per un totale complessivo di 100 grammi di crocche dispensate, le povere vittime hanno perso peso a causa dell'abbandono genitoriale;
- nonostante l'azione di apertura-persiane portata a buon fine dall'umana che si è presa cura delle povere vittime, le stesse hanno provato un profondo senso di buio interiore dovuto all'abbandono genitoriale;
- le povere vittime hanno dovuto passare le festività natalizie accorse nel dicembre 2014 senza il bonus Babbo Natale promesso loro e quantificato in:
  • nasello fresco bollito (150 grammi a testa) e/o
  • prosciutto cotto (30 grammi a testa) e/o
  • carne trita di manzo bollita (50 grammi a testa)
Pertanto esse
INTIMANO

Il pagamento del risarcimento quantificato in:
- n. 250 ore di grattini forzati;
- 5000 grammi di crocche fantasia con clausola fondamentale di "cambio gusto ogni giorno";
- recupero del bonus Babbo Natale quantificato in:
  • nasello fresco bollito (500 grammi a testa dilazionato in più giorni) e
  • prosciutto cotto (500 grammi a testa dilazionato in più giorni) e
  • carne trita di manzo bollita (500 grammi a testa dilazionato in più giorni) e
  • snack al pollo (una tantum)
- lettini nuovi
- torre tiragraffi a soffitto nuova
- palline rimbalzine morbidose nuove

Le povere vittime diffidano gli intimati dall'esimersi dal pagare tale risarcimento. In difetto ricorreranno alla Illustrissima Corte, alla presenza di testimoni adulti e consenzienti, con il benestare degli Organi preposti e con la benedizione del Ratto, in base all'art. 67, comma 3, paragrafo 7/b, scala 2, 3° piano, disconoscendovi ufficialmente come loro genitori.

giovedì 25 dicembre 2014

A Natale faccio il Gatto

Che sia per voi un gatto pieno di Natali... o un Natale pieno di gatti,
l'importante è stare insieme, no?
E ve lo auguriamo!

Buon Natale da tutti noi, pelosi e non!

lunedì 22 dicembre 2014

Giorno 21 - Ripensamenti

Senti, io ci ho ripensato! Non mi piace questa solitudine, non mi piace l'umana porta-pappa.

Beh, che vuoi fare?

Io? Io niente! Ma noi insieme possiamo!

Che intendi?

Ricordi la scorsa estate quando ci hanno lasciato alle cure dei "nonnini" e alla fine abbiamo capito che non ci avevano abbandonato, ma che se n'erano andati solo per un periodo?

Sì, che lo ricordo! La settimana più lunga della mia vita!

Non hai capito? Lo stanno facendo anche ora! Non sono stati rapiti... se ne sono andati VOLONTARIAMENTE!

E quindi? Che differenza fa?

La differenza è che ritorneranno anche questa volta e noi gliela faremo pagare!

Pagare?

Esatto! Assumeremo un gattavvocato! Vedrai!